Impianti Tecnologici .

Ore : .
.
.
.
Home page Negozio on-line Dove siamo ?
Contatti

Impianti elettrici
civili e industriali
Antifurti
Automazioni
Reti LAN
Fotovoltaico
Condizionamento
Antitaccheggio
Gruppi pompe
TVCC
Impianti Audio Video
Domotica
Citofonia
Guida al Risparmio Energetico


Classe energetica

L'etichetta energetica è uno strumento fondamentale per conoscere il consumo di un elettrodomestico. L'introduzione dell'etichetta energetica sugli apparecchi per il freddo ha contribuito all'aumento del livello di efficienza energetica degli apparecchi venduti. Peccato che l'obbligo di apporla anche sui condizionatori, in teoria in vigore da luglio 2003, non sia ancora in pratica attuabile a causa della mancanza di una norma di calcolo che ha fermato il processo di etichettatura.

L'etichetta deve essere posta dal negoziante, ben visibile, davanti o sopra l'apparecchio.

Qui di fianco è riprodotta un'etichetta energetica: ad ogni freccia è associata una lettera dell'alfabeto (dalla A alla G).
La lunghezza delle frecce è legata ai consumi: a parità di prestazioni, gli apparecchi con consumi più bassi hanno la freccia più corta (di colore verde), quelli con consumi più alti hanno la freccia più lunga (di colore rosso). 


Frigorifero

Frigorifero/congelatore

Il frigorifero con reparto congelatore o il frigorifero a due porte è considerato come elettrodomestico unico. Scegliete pertanto una unità se avete solo un elettrodomestico del genere. 
Per congelatore si intende un elettrodomestico orizzontale o verticale separato dal frigorifero e che nel calcolo va conteggiato a parte. Quindi se oltre al frigorifero avete un congelatore scegliete di fare il calcolo per due unità.

Capacità (in litri). E'  lo spazio interno effettivamente utilizzabile e viene definito in litri.
Ecco alcune misure più diffuse e la capacità corrispondente:

1 porta
[litri] [altezza]  
140/160 L 80/85 cm
300/350 L 140/160 cm
2 porte
[litri frigorifero] [altezza] [litri congelatore]
180/220 L 140 cm

40 L

230/280 L 160 cm 60 L
330/350 L 170/185 cm 90 L
400 L 200 cm 100 L
Congelatori
[litri] [altezza] [dimensioni orizzontali]
100/120 L 85 cm 60 cm
180/250 L 140 cm 80 cm
300 L 160 cm 100 cm

Posizionamento

Abitazione tradizionale. Si intende l'ambiente di casa in cui vivete, riscaldato con i termosifoni in inverno (temperatura intorno a 20 ° C).

Ambiente caldo. Per scelta o obbligo di arredamento il frigorifero si trova vicino ai fornelli, al termosifone o ai raggi del sole provenienti dalla finestra.

Ambiente freddo. Si intende una stanza, una cantina, una rimessa che non è riscaldata da fonti di calore in inverno e rimane mediamente fresca in estate.


Regolazione termostato

Freddo moderato.  Il termostato del vostro frigorifero è impostato su valori intermedi, ossia con  temperatura media intorno ai 3° C, con un intervallo tra 0° C (solitamente in basso) e 5° C.

Freddo massimo. Il termostato è regolato ad una temperatura alta e i cibi sono freddi.

 


Forno

Uso grill. Rispondete "sì" se utilizzate il grill abitualmente. La funzione grill richiede infatti  il doppio di potenza rispetto alla funzione di riscaldamento. Serve per dorare i cibi, non utilizzatelo per più di 5/10 minuti.

Spegnimento anticipato. Di solito, quando il forno è ben caldo, lo spegnete qualche minuto prima rispetto al tempo di cottura (per esempio 15 minuti prima per tempi di cottura superiori a 1 ora). In questo caso il caldo non svanisce e la cottura prosegue.


Lavastoviglie

Temperatura media. Normalmente utilizzate cicli economici a temperature intorno ai 50° C.

Temperatura elevata.  Di solito utilizzate cicli con temperature intorno ai 60/65° C.

Manutenzione regolare. Utilizzate il sale per prevenire le incrostazioni di calcare, controllando che il contenitore sia sempre pieno.


Lavatrice

Temperatura dei cicli. Il programma a 90°C è ormai raramente necessario perché i detersivi di oggi assicurano un bucato “perfetto” a temperature più basse. Dovrebbe essere utilizzato esclusivamente per un bucato molto sporco e con tessuti resistenti. In genere sono da preferire i programmi di lavaggio a temperature non elevate (40°- 60°C).

Temperatura moderata. Di solito utilizzate temperature massime attorno ai 60° C per il cotone (bianco intimo) e ai 40° C per gli altri tessuti.

Temperatura dei cicli elevata. Di solito utilizzate temperature attorno ai 90° C per il cotone (bianco intimo) e ai 60° C per gli altri tessuti.


Boiler elettrico

Regolazione termostato. Si ottiene un comfort accettabile regolando il termostato sui 55/60 °C. I consumi aumentano se viene regolato intorno ai  65/70 °C.

Temporizzatore/Accensione tutto il giorno. Rispondete "sì" se accendete il boiler qualche ora prima dell'utilizzo o avete un temporizzatore collegato all'apparecchio. In generale per diminuire le perdite di calore è preferibile accendere il boiler solo se è necessario.

Manutenzione. Pulite regolarmente (ogni 6 mesi) la serpentina e il bollitore dalle incrostazioni.


Condizionatore

Conversione Btu/h e Kw Il condizionatore può avere diverse potenze raffrescanti, ecco le più diffuse in ambito residenziale:

7000 btu/h = 2.05 kW

9000 btu/h = 2.65 kW

11000 btu/h = 3.24 kW

12000 btu/h = 3.53 kW

13000 btu/h = 3.83 kW

Protezioni oscuranti. Rispondete "sì" se tramite l'uso di tende o persiane, tapparelle tenete le finestre dei locali condizionati riparati dal sole .

Regolazione termostato. La temperatura corretta è intorno ai 24/25 °C. Invece intorno ai 20/22°C si incrementano eccessivamente i consumi.

Manutenzione. Per manutenzione regolare si intende: pulizia del  filtro e dell'unità esterna, controllo da parte di un tecnico (ogni 2/3 anni) del fluido refrigerante e del compressore.


Televisori

Selezionate televisori grandi per gli apparecchi superiori a 21" pollici e televisori piccoli per video fino ai 21”.


Illuminazione

Il calcolo si riferisce solo alle lampade che utilizzate in modo continuativo e che costituiscono la fonte di illuminazione delle stanze più importanti della vostra abitazione. Non indicate pertanto il numero delle lampade a utilizzo estemporaneo (luce del ripostiglio, corridoio, del garage, della cantina).

Per le lampade tradizionali consideriamo una potenza intorno ai 60/75 Watt e per quelle a risparmio energetico intorno ai 12/15 Watt.

<< INDIETRO RICHIESTA INFORMAZIONI